Il libro sul comodino: Il cuore in libertà

I suoi versi rimasero rilegati in un cassetto per lungo tempo ma per fortuna non per sempre.

Oggi sul comodino c’è la grande poetessa dell’America puritana Emily Dickinson: Il cuore in libertà.

Un poeta che traduce un poeta. Salani editore affida a Nicola Gardini, tra i più stimati traduttori di poesia, la pubblicazione dedicata a Emily Dickinson per la collana Poesie per giovani innamorati.

La monaca ribelle, come lei stessa si definiva, scrive del mondo dalla sua camera nella casa paterna; a soli 23 anni infatti l’autrice si ritira per sottrarsi agli obblighi sociali o chissà.

Quello che sorprende leggendo i suoi versi è che, nonostante ciò, la Dickinson è capace di grande intensità quasi come se, lontana dal mondo, riuscisse a vedere ciò che sfugge a chi è totalmente immerso.

Non ho altra vita se non questa
Da condurre qui
Non altra morte, se non quella
Bandita da lì

Ne che mi tocchino altre terre è scritto
O mai possesso d’alcunché
Solo questa mi spetta di diritto
Il reame di te

Tale è la sua sensibilità per cui ogni cosa si fa poesia.

Conosco vita di cui farei a meno
Senza infelicità
Altre che non avere un solo istante
Sarebbe eternità

Quest’ultime ben scarso conto
Difficile che due ne abbini
Le prime è facile che un orizzonte
Superino di moscerini

Le sue poesie furono “liberate” solo nel 1955 quando sua sorella le scoprì in fascicoletti rilegati nella sua stanza. Una libertà che il traduttore ha voluto celebrare anche nel titolo, Il cuore in libertà, per il quale è di forte ispirazione il componimento 384:

Per me non c’è tortura
Ho il cuore in libertà
Dietro l’osso mortale
Ne cresce uno più duro

La sega non l’incide
Nè scimitarra fora
Due corpi abbiamo allora
Lega uno l’altro vola

L’aquila del suo nido
Più in fretta non si priva
Per conquistare il cielo
Di quanto possa tu

A meno che non sia
Tu stesso tuo avversario
Prigione è la coscienza
La libertà altrettanto.

Questo prezioso volumetto fornisce per tutti i 45 componimenti il loro originale a fronte. Senza il testo inglese si coglierebbe solo in parte il ritmo che la poetessa da Il cuore in libertà ha saputo dare alla sua scrittura in versi.

Le parole suonano anche quando non le pronunciamo, fanno rumore anche quando sono soltanto scritte.

Parola di Emily Dickinson.

 

Tempo di lettura
qualche sera in libertà

Ph. Sara Cartelli
© The Eat Culture

Spread the culture
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Ramona Lucarelli

Il libro sul comodino: Fidanzati dell’inverno

Lo avrete sicuramente già adocchiato in libreria. La meravigliosa illustrazione in copertina...
Eat it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *