Home > menù degustazione > Il corpo che abito

Il corpo che abito è...

Culture. Eat it

3 Maggio 2019

menù degustazione

Il corpo che abito

di Sara Cartelli

Siamo corpo, carne, forma.

Ingannevole corpo che sembra definire ciò che siamo.
Mutevole corpo che cambia con il passare degli attimi.
Complice e compagno delle nostre azioni.
Unico corpo, involucro della nostra anima.
Ferito, segnato da cicatrici che scandiscono precisi momenti della nostra esistenza su questo pianeta.
Dolce corpo, quando sa coccolare e coccolarsi.
Morbido e sinuoso corpo.
Longilineo, filiforme, piccolo, robusto.
Irriconoscibile corpo, quando non ci rappresenta.
Attraente, capace di generare campi magnetici.
Forte, quando riesce a compiere l’incredibile.
Incredibile corpo, quando riesce a raggiungere l’impossibile.

Siamo corpo, carne, forma.

Questo mese parliamo dei sentimenti legati al nostro corpo e vi invitiamo a riflettere su di esso.
Se aveste solo tre aggettivi a disposizione per definirlo quali sarebbero?

Vi aspettiamo all’hashtag #ilcorpocheabito su Instagram, Facebook e Twitter.

Photos: Sara Cartelli

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

Sara Cartelli

Cogito Ergo Sum

email me

follow me

Sara Cartelli

biografia:

Copywriter, folletto tuttofare e mamma con una passione smisurata per la fotografia. La scrittura è una medicina che le permette di esprimere la propria personalità e far emergere la sua vera voce. Meglio di uno psicanalista. Alla perenne ricerca di una strada da seguire, al momento, preferisce perdersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *