Home > design > arredi e complementi > Il Trono di Spade: le Google Maps dei continenti di Westeros e Essos

Culture. Eat it

23 Settembre 2015

arredi e complementi

Il Trono di Spade: le Google Maps dei continenti di Westeros e Essos

di Sara Cartelli

Forse state cercando di uscire dal tunnel, o forse siete solo in trepidante attesa. I miei amici ci hanno provato, a farmi entrare in quel tunnel lì, quello del Trono di Spade. Hanno esordito con frasi tipo “Non puoi capire”, “È la serie più bella mai stata scritta”, “Sei pazza, devi vederlo”, “Ti intrippa più di Lost!”… e così via. Ma io resisto, eccome se resisto.

Ed i motivi sono i seguenti:

  1. non mi sono mai ripresa dal finale di Lost;
  2. sono ancora in crisi emotiva dopo la prima stagione di True Detective;
  3. sono in ansia pure io per la nuova stagione di Homeland
  4. spero di non diventare nonna prima che mandino in onda una nuova stagione di Sherlock.

Se però ormai siete dentro a quel tunnel chiamato il Trono di Spade, o lo sono i vostri amici, potete placare un pochino la vostra fame d’attesa gustandovi le Google Maps dei continenti di Westeros e Essos, ricreate dal designer Danny Selvåg di MongoLife. Due mappe dettagliatissime comprendenti i castelli e le roccaforti, nonché strade, foreste, montagne e quasi ogni singolo piccolo paese.

Sono talmente belle che mi hanno instillato nella mente un bel po’ di curiosità. Che dite, forse devo iniziare a guardarlo… il Trono di Spade?

Game of Thrones - Google Maps Essos_1

Game of Thrones - Google Maps Essos_2

Game of Thrones - Google Maps Westeros_2

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

Sara Cartelli

Cogito Ergo Sum

email me

follow me

Sara Cartelli

biografia:

Copywriter, folletto tuttofare e mamma con una passione smisurata per la fotografia. La scrittura è una medicina che le permette di esprimere la propria personalità e far emergere la sua vera voce. Meglio di uno psicanalista. Alla perenne ricerca di una strada da seguire, al momento, preferisce perdersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *