Culture. Eat it

14 Marzo 2019

mangia, viaggia, ridi

Milano in Rosa&Co

di The Rolling Forks

Dicono che il rosa sia un colore emozionale, che influenza i sentimenti convertendoli in gentili, soavi e profondi. Dicono che il rosa sia associato all’amore altruistico e vero, che sia simbolo di giovinezza ed amore appena nato.

Il rosa rimanda a romanticismo, fascino, bellezza, dolcezza, femminilità, delicatezza, raffinatezza, calma e tenerezza.

Chi ha pensato all’arredamento di ROSA&Co (Milano, Corso Garibaldi n.16) si è certamente ispirato a tutto ciò.

È infatti il rosa il protagonista indiscusso degli spazi di questo delizioso caffè.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da rosa&co Cafe (@rosaandcooffice) in data:

Cactus di varie dimensioni e pavimento anni settanta contribuiscono ad esaltare i divanetti in velluto (rosa) e le sedie dal design minimal (rosa).

Il café offre piatti per tutte le ore, dalla colazione alla cena. I poke sono deliziosi così come tutte le proposte salate. Quello che però a noi ha davvero colpito sono state le proposte della merenda, con dolci super golosi in piattini (rigorosamente rosa!) degni di far felici i migliori palati.

Ampia scelta di the caldi buonissimi o bubble ice tea, bowl di yogurt naturali con muesli e frutta, centrifughe e tutto quanto possa assicurare una pausa vitaminica, salutare e… molto pink power!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da rosa&co Cafe (@rosaandcooffice) in data:

Che piaccia o meno il rosa, il locale merita una tappa. Anzi, anche più di una!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da rosa&co Cafe (@rosaandcooffice) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da rosa&co Cafe (@rosaandcooffice) in data:

Photos: Sara Cartelli

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

The Rolling Forks

email me

follow me

The Rolling Forks

biografia:

Avvocato e brand manager. Amiche e sorelle. Marito e moglie, o forse moglie e moglie. Entrambe condividono le stesse passioni: il cibo, il vino (tanto), i viaggi. Rocambolesche, simpatiche, matte, affette da sindrome di wanderlust. Parigi le ha unite, ora amano perdersi nel mondo e ridere. Per Federica il motto è: “chi più in alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna” (W. Bonatti) Per Margherita il motto è: “il mio unico limite: il cielo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *