Home > menù degustazione > mangia, viaggia, ridi > La natura nel piatto – i sapori d’Israele a Zurigo da Neni

Culture. Eat it

14 Giugno 2018

mangia, viaggia, ridi

La natura nel piatto – i sapori d’Israele a Zurigo da Neni

di The Rolling Forks

Eclettico, affascinante, curato, colorato: è Neni a Langstrasse, Zurigo (Langstrasse 150, 25hours Hotel Langstrasse, Zürich).

Neni è al piano terra di uno degli hotel più simpatici del globo (le stanze sono dotate addirittura di polaroid vintage e casse per la musica portatili, oltre che shopping bag della Freitag da portare in giro). È possibile comprare tutto quello che si trova nelle camere, ed anche nel ristorante.

Da Neni si mangia isrealiano e i sapori sono naturalmente genuini e autentici.

Ogni piatto è in grado di trasferire l’oriente nel cuore di chi li assapora: hummus delicato e pungente, pita morbida, spring rolls orientali croccanti.
Le portate principali sono a base di melanzane, carne e spezie in particolare. È come fare un tuffo a Tel Aviv e poi girare la testa e ritrovarsi in un ambiente giovane, amichevole, nel quartiere più multiculturale di Zurigo.

Neni non è caro, considerato che siamo in una della città più care d’Europa e che la qualità del cibo è eccellente, che le porzioni sono abbondanti, che l’ambiente è fantastico!

Non solo, proprio di fianco al ristorante, c’è un cocktail bar giovane, divertente, innovativo e molto arty: si chiama Chinchona ed i gin tonic sono eccellenti.

E chi l’avrebbe mai detto che Zurigo – con così grande naturalezza – avrebbe potuto regalare queste grandi perle?!

Immagini via Neni Zurich – Fb
© Immagini Neni Zurich

 

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

The Rolling Forks

email me

follow me

The Rolling Forks

biografia:

Avvocato e brand manager. Amiche e sorelle. Marito e moglie, o forse moglie e moglie. Entrambe condividono le stesse passioni: il cibo, il vino (tanto), i viaggi. Rocambolesche, simpatiche, matte, affette da sindrome di wanderlust. Parigi le ha unite, ora amano perdersi nel mondo e ridere. Per Federica il motto è: “chi più in alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna” (W. Bonatti) Per Margherita il motto è: “il mio unico limite: il cielo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *