Home > design > arredi e complementi > NON ADATTA AI DEBOLI DI CUORE: LA COLLEZIONE PRIMAVERA/ESTATE 2016 DI BLOOMINGVILLE

Culture. Eat it

9 Marzo 2016

arredi e complementi

NON ADATTA AI DEBOLI DI CUORE: LA COLLEZIONE PRIMAVERA/ESTATE 2016 DI BLOOMINGVILLE

di Sara Cartelli

Dopo otto mesi passati a schivare la toxoplasmosi, sei convinta che non esista più nulla a cui tu non possa resistere. Poi, per sbaglio, un giorno incappi nel catalogo primavera/estate di Bloomingville e tutte le tue certezze vanno a farsi benedire. È come intravedere la luce dopo giorni e giorni di pioggia incessante. È tutto talmente bello che saresti disposto a vendere l’intero guardaroba su Depop per acquistare più pezzi possibile. Fortuna (mia) vuole che nel catalogo online non siano inseriti i prezzi.

Cosa troverete al suo interno? Qualsiasi cosa possiate immaginare per la vostra casa: dai vasi all’arredo tavola, dall’illuminazione alla biancheria da letto, dagli accessori per la camera dei bambini a quelli per il bagno. Tutto è stato progettato in funzione di 6 trend che propongono forme, geometrie, pattern e colori tutti diversi tra loro. Si va dall’oro ai toni pastello, passando per il sughero e l’immancabile bianco e nero.

Occhi a cuore, faccio un bel respiro e conto i soldi dentro al maialino. Poi, forse, vado a farmi del male nello shop online Scandinaviandesigncenter.com. Metterò tutto nel carrello e poi non comprerò nulla, ma almeno avrò sognato di farlo.

 

www.bloomingville.com

Blomingville - Spring summer 2016_2

Blomingville - Spring summer 2016_7

Blomingville - Spring summer 2016

Blomingville - Spring summer 2016_8

Blomingville - Spring summer 2016_9

Blomingville - Spring summer 2016_10

Blomingville - Spring summer 2016_3

Blomingville - Spring summer 2016_4

Blomingville - Spring summer 2016_5

Blomingville - Spring summer 2016_6

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

Sara Cartelli

Cogito Ergo Sum

email me

follow me

Sara Cartelli

biografia:

Copywriter, folletto tuttofare e mamma con una passione smisurata per la fotografia. La scrittura è una medicina che le permette di esprimere la propria personalità e far emergere la sua vera voce. Meglio di uno psicanalista. Alla perenne ricerca di una strada da seguire, al momento, preferisce perdersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *