Home > design > La poesia di una casa vacanza a Barcellona

Culture. Eat it

3 Maggio 2018

design

La poesia di una casa vacanza a Barcellona

di Sara Cartelli

La poesia, a mio parare, è qualcosa che ha a che fare con le emozioni. È poetico il tramonto, il mare d’inverno, un occhio curioso, è poetica la ricerca della bellezza, la natura, ed è altrettanto poetica anche quella che noi comunemente chiamiamo “casa”.

Casa è il posto in cui siamo nati, in cui viviamo o in cui passiamo le vacanze per qualche giorno. È il porto sicuro al quale fare ritorno, è la poesia del quotidiano.

L’appartamento che vi presento oggi potrebbe diventare per qualche giorno la vostra casa se vi troverete a passare per Barcellona. Questa splendida residenza è uno dei tantissimi alloggi disponibili su Airbnb, ma spicca nettamente sugli altri per fascino e personalità.

Come la poesia condensa in poche parole molteplici significati, questo appartamento racchiude in pochissimi metri quadrati arte, design, vintage, colore e cultura.

Da copiare:

  • Il connubio verde, giallo, blu utilizzato per la zona giorno e il bianco rilassante della zona notte.
  • Le lampade sospese disposte praticamente ovunque (per illuminare l’entrata, la cucina o i comodini in camera da letto).
  • Il carrello industriale trasformato in mobile da bagno.
  • I quadri posizionati sopra la cucina (se cucinate poco è un’idea grandiosa altrimenti un pelo meno, tendenzialmente però se siete dotati di una buona cappa non dovete temere nulla).

Io sono follemente innamorata di questo appartamento, non c’è nulla che cambierei. Voi invece?

appartamento Barcellona

Immagini via planete-deco.fr

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

Sara Cartelli

Cogito Ergo Sum

email me

follow me

Sara Cartelli

biografia:

Copywriter, folletto tuttofare e mamma con una passione smisurata per la fotografia. La scrittura è una medicina che le permette di esprimere la propria personalità e far emergere la sua vera voce. Meglio di uno psicanalista. Alla perenne ricerca di una strada da seguire, al momento, preferisce perdersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *