Shopping finds Etsy music edition

Sto scrivendo questo articolo in una domenica strana. Dovrebbe essere mezzogiorno e invece è l’una, avrei dovuto svegliarmi riposata e fresca come una rosa e, al contrario, ho un trapano che mi martella la testa, dicevano che sarebbe stata una giornata soleggiata ma in realtà sta arrivando il temporale.

In più, non so quali strani collegamenti sinaptici siano in moto nel mio cervello, mi sono svegliata pensando a Mike Bongiorno. Che poi forse invece lo so bene.

Stamattina pensavo a come presentatori e soubrette negli anni ’80 e alcuni influencer oggi siano riusciti a spacciare la pubblicità per “consigli per gli acquisti”. Nonostante tutti i pipponi esistenziali sul problema che compaiono a diverso titolo su riviste, quotidiani e siti internet, nel corso degli anni si è sempre cercato di fare la stessa cosa, ovvero condizionare il comportamento d’acquisto delle persone. Il punto su cui batte il chiodo è sempre quello: la veridicità. Ma credo sia lapalissiano che nessuno dei presunti vip che vediamo su Instagram si sfondi di Fittea (non so se si scriva così, nel caso mea culpa), così come è evidente quando sussiste una collaborazione tra due parti motivate, un’azienda che crede in ciò che fa e una persona che a sua volta crede nei valori e nei progetti dell’azienda e decide di comunicarlo. Non è una mera questione di compensi, è sempre giusto che una persona venga pagata per il suo lavoro. È una questione di valori, che poi sono anche i nostri valori ed è qui il punto. Siamo noi che dobbiamo scegliere e scremare, ricorrendo anche al nostro giudizio critico. Non si può sempre subire passivamente. Io, ad esempio, sono felicissima di essere influenzata da colui/colei che tratta un prodotto o un progetto con la giusta passione, meno da tutti gli altri (ma tanto generalmente me ne accorgo e non li calcolo nemmeno).

Tutto questo solo per dirvi che siccome io non sono nemmeno una vip di serie D, i miei consigli per gli acquisti sono totalmente spassionati. Oggi le mie ricerche si sono focalizzate su voi amanti della musica, voi musicisti e cantanti e noi (mi includo nella categoria) che avremmo sempre voluto suonare uno strumento musicale, ma che purtroppo siamo stati privati dal buon Dio della dote necessaria per farlo, il senso del ritmo.

Ecco i miei consigli per acquisti musicali. Allegria!

01. Rosa di carta realizzata con spartito musicale – Paper Tree Uk € 23, 13
02. ROCK ON. Biglietto di auguri per compleanno – Poem Press € 4,58
03. Carillon con canzoni dei Beatles – Miium € 11,85
04. T-shirt Rock Music Made Me Do It – Resilience Streetwear € 12,46
05. Poster Freddie Mercury – Magic Posters € 6,41
06. Notebook personalizzabile –Brinde Crea € 9,50

Spread the culture
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tags from the story
, ,
More from Sara Cartelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *