Home > menù degustazione > mangia, viaggia, ridi > Eat like a local: Bali alla scoperta dei warung

Culture. Eat it

11 Ottobre 2018

mangia, viaggia, ridi

Eat like a local: Bali alla scoperta dei warung

di The Rolling Forks

A Bali i warung -tipici ed essenziali chioschi- sono dislocati ovunque ed ognuno di essi è in grado di far emergere una cucina unica nel suo genere.

La cucina balinese è saporita e piccante. Un piatto per essere completo deve avere sei gusti base: dolce, aspro, piccante, salato, amaro e astringente. Tutto ciò dovrebbe favorire la salute e la vitalità, insieme a sapori predominanti come lo zenzero, il peperoncino ed il cocco.

Il menu varia sempre in base all’importanza dell’occasione. Il piatto più apprezzato è di gran lunga il babi guling (maialino da latte).

Da Ibu OKA (warung defilato dal trambusto di Ubud affacciato nella giungla accanto al Royal Palace) abbiamo potuto gustare a nostro parere il migliore maialino dell’isola. Viene riempito con una farcitura a base di peperoncino, curcuma, pepe, scalogno, aglio, foglie aromatiche e cocco e cucinato allo spiedo per molte ore. Questo rende la carne estremamente morbida e la cotenna croccante.

Vegetariani non disperate! Bali è un sogno soprattutto per voi. Il tofu ed il tempeh sono i principali alimenti della dieta locale e la cura per i particolari e le verdure fresche è senza pari.

Provare per credere. Bali non è un semplice luogo, è uno stato d’animo. E questo vale anche per il palato!

Photos: Sara Cartelli

SPREAD THE CULTURE

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!

Autore

The Rolling Forks

email me

follow me

The Rolling Forks

biografia:

Avvocato e brand manager. Amiche e sorelle. Marito e moglie, o forse moglie e moglie. Entrambe condividono le stesse passioni: il cibo, il vino (tanto), i viaggi. Rocambolesche, simpatiche, matte, affette da sindrome di wanderlust. Parigi le ha unite, ora amano perdersi nel mondo e ridere. Per Federica il motto è: “chi più in alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna” (W. Bonatti) Per Margherita il motto è: “il mio unico limite: il cielo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *