Il libro sul comodino: Casa

Cos’è Casa per me?

Sono giorni che bramo a fasi alterne il divano e un film o il letto e un buon libro.
Credo che questo crescente desiderio di vivere la casa nasca dal fatto che è un luogo che sento mio, in cui mi sento a mio agio. Mi guardo intorno e quello che vedo parla di me, di noi (me + il coop, ovvero mio marito).

Carson Ellis nell’albo illustrato CASA immagina luoghi reali e fantastici sempre diversi eppure uguali nel regalare al lettore, adulto e bambino, quel senso di protezione, intimità e calore quotidiano.

Dalle sue pagine emergono tavole realizzate a gouache e inchiostro, i cui colori attingono ad una gamma cromatica ben definita: se il marrone, il grigio e il beige vengono usati per campire le grandi superfici è al blu e al rosso che l’illustratrice lascia la scoperta dei particolari.

A guidarci nel suo brillante mondo illustrato è un uccellino color tortora che vola curioso tra le pagine.

Casa è un luogo fisico come la campagna, un appartamento, una capanna, una nave, un palazzo; è un luogo dell’immaginario come una scarpa o la leggendaria isola di Atlantide; sa essere “seria” o “pazzerella”; prende le sembianze di chi la abita come la casa della duchessa slovacca, del fabbro keniota o della babushka.

In fondo a questo catalogo illustrato delle abitazioni del mondo, il lettore approda in quella dell’artista, Carson Ellis, colta all’opera nel meraviglioso albo illustrato che stiamo sfogliando:

Questa è casa mia,
e questa sono io.

Un cerchio che si chiude, partito dal nido nel frontespizio che simbolicamente richiama nella dedica quello familiare “A Colin, Hank e Milo Meloy”, marito e figli dell’autrice. Alla sua prima prova narrativa, CASA è un libro per incuriosirsi e per fantasticare.

E casa tua com’è? E tu chi sei?

 

Durata della lettura
da sfogliare sul divano o sul letto
senza limiti di tempo

Ph. Sara Cartelli
© The Eat Culture

Spread the culture
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Ramona Lucarelli

Il libro sul comodino: La finestra

Quand’è l’ultima volta che avete guardato fuori da La Finestra? Io non...
Eat it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *