Il libro sul comodino: La volpe e la stella

La volpe e la stella di Coralie Bickford-Smith è un tuffo al cuore, per usare le parole di Philip Pullman è “splendido… un incanto”.

Questa storia è un regalo, di quelli azzeccatissimi. Contiene tutte le cose che mi fanno innamorare di un libro: ci sono la bella copertina in tessuto, l’arte dell’illustrazione che incanta, la scelta accurata e delicata delle parole.

La volpe e la stella è l’opera prima della giovane autrice, “un capolavoro di grafica e illustrazione”, per la quale trae ispirazione dalla poesia Eternità di William Blake:

Chi lega a sé una gioia
distrugge la vita alata;
ma chi bacia la gioia in volo
vive nell’alba dell’eternità.

Che storia è? Parla d’amicizia e di perdita.

Coralie Bickford-Smith ci prende per mano e ci conduce in una profonda foresta dove abita una piccola Volpe. Nel suo mondo Stella è un punto fisso, la sua unica amica.

Stella è la sua luce guida:

Tutta la felicità di Volpe dipendeva dalla luce tremolante di Stella.

Un giorno però Stella scompare. Volpe è disorientata, desidera che faccia ritorno e nella solitudine della ricerca si abbandona al sonno nella sua tana.

A risvegliarla è un istinto di sopravvivenza:

L’odore di un centinaio di loro risvegliò l’appetito di Volpe. Affrontò l’oscurità e fece un banchetto di gustosi scarafaggi. E si sentì molto meglio.

Quando arriva il momento di cercarla, Volpe chiede di Stella al sottobosco, ai conigli, agli alberi ma nessuno nota la sua assenza, a nessuno importa, finchè…

Guarda sopra le tue orecchie.

La Natura sembra donarle una risposta.

Lettere, parole, frasi fanno incursione nello spazio dell’illustrazione trovando il loro posto nella pagina: talvolta in ordine sparso, qualche altra volta tra le foglie, nei cunicoli della terra o in riquadri bianchi che si immergono tra le illustrazioni.

Ogni pagina è una piccola opera d’arte.

Le illustrazioni ricordano il mondo dell’incisione (sarà per questo che le amo tutte?). La gamma cromatica è stata scelta con cura: bianco, nero, grigio, blu e arancione – date uno sguardo alla rilegatura – colorano il mondo de La volpe e la stella.

Come dice Lauren Child del The Guardian incornicerei ogni pagina.

Se finisse in una delle vostre liste di regali di Natale fareste un dono magico. A chi si rivolge? Direi a bambini dai 6 anni in su per poter apprezzare a pieno la storia e a tutti i bambini che ancora vi abitano, io sono tra questi.

 

 

Durata della lettura
una notte con Volpe

Ph. Sara Cartelli
© The Eat Culture

Spread the culture
  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
More from Ramona Lucarelli

Un caffè con… Alessandra Cimatoribus

Gironzolavo in libreria quando una copertina dal titolo SOGNO, AMORE E MAGIA...
Eat it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *